Skip to main content

Lavora con noi

Borsa animazione territoriale – Emersione

  • Bando completo

    In questa scheda sono riportate le informazioni del bando. Si invita a consultare l’intero bando cliccando qui. Il progetto RELOAD – IDEE IN AZIONE è finanziato dalla Regione Veneto con DGR 729/23 Giovani Energie.

  • Zona di lavoro

    Il territorio di riferimento sarà quello dei 37 Comuni che compongono l’Ambito Territoriale Sociale VEN09_Treviso (Arcade, Breda di Piave, Carbonera, Casale sul Sile, Casier, Cessalto, Chiarano, Cimadolmo, Fontanelle, Gorgo al Monticano, Istrana, Mansuè, Maserada sul Piave, Meduna di Livenza, Mogliano Veneto, Monastier di Treviso, Morgano, Motta di Livenza, Oderzo, Ormelle, Paese, Ponte di Piave, Ponzano Veneto, Portobuffolè, Povegliano, Preganziol, Quinto di Treviso, Roncade, Salgareda, San Biagio di Callalta, San Polo di Piave, Silea, Spresiano, Treviso, Villorba, Zenson di Piave, Zero Branco)

  • Data di inizio prevista

    La borsa sarà avviata entro il mese di marzo 2024 e si concluderà entro il mese di febbraio 2025.

  • Invio candidature

    La selezione avverrà attraverso la valutazione del curriculum vitae seguita da un colloquio motivazionale. Ogni persona candidata dovrà far pervenire la propria candidatura, unitamente al CV in formato Europass e a copia di un documento di identità valido, all’indirizzo e-mail: icurtolo@laesse.org, entro e non oltre il 26/02/2024, indicando nell’oggetto “Candidatura per Borsa di animazione territoriale Progetto RELOAD – idee in azione”.

  • Selezione

    La Commissione di selezione, a seguito della verifica dei curricula ricevuti, comunicherà ai candidati la loro ammissione al colloquio motivazionale. Le sessioni di selezione delle persone candidate saranno tenute presso la sede di La Esse s.c.s (viale Francia n. 2 – Treviso) a partire dalle ore 09.30 del 27/02/2024.

  • Principali attività

    Il borsista avrà il compito di effettuare una ricognizione territoriale e sociale, mirata a riconoscere i luoghi di incontro e aggancio dei giovani e le modalità più efficaci per informare i destinatari sulle opportunità offerte dal progetto.

    Il borsista opererà in strettissima relazione con l’equipe di animazione territoriale in quanto le attività di ricognizione e aggancio si affiancheranno alle attività di coinvolgimento e attivazione generativa in una logica iterativa incrementale. L’attività del borsista coinvolgerà anche gli adulti significativi (insegnanti, educatori, animatori, imprese) e genitori che possono fare da ponte e supporto nell’intercettazione dei giovani, in particolare delle situazioni di giovani che vivono forme di ritiro sociale. Le attività principali includono:

    • Ricerca e analisi del contesto territoriale: il borsista deve raccogliere informazioni sul territorio, al fine di identificare le esigenze e le opportunità di sviluppo.
    • Progettazione e implementazione di iniziative di animazione territoriale: il borsista deve sviluppare e realizzare iniziative che coinvolgano la comunità locale, in particolare i giovani.
    • Reportistica, co-progettazione e affiancamento dell’equipe di animazione territoriale nella realizzazione delle azioni di coinvolgimento e attivazione generativa.
  • Cosa offriamo

    Per remunerare l’attività di animazione territoriale è previsto un ammontare complessivo di 26.040,00 euro (2.170 euro mensili omnicomprensivi x 12 mesi di borsa). Le spettanze verranno liquidate alla persona a stati avanzamento lavori, in funzione delle attività inerenti la borsa di animazione territoriale e previa verifica del corretto e completo adempimento dei compiti sopraccitati.

  • Requisiti fondamentali

    La borsa di animazione territoriale, gestita da LA ESSE S.C.S, è destinata a una figura professionale proveniente dagli ambiti dei percorsi di studio o di lavoro che abbiano attinenza con le politiche sociali e/o del lavoro e avere solide competenze e conoscenze nella governance delle reti territoriali, riscontrabili da esperienze di studio/ricerca e/o lavorative e/o nel volontariato (il possesso della laurea non è vincolante ma risulterà premiante). Sono considerati inoltre preferenziali ai fini della selezione:

    • pregresse esperienze di interventi/progetti nell’ambito delle politiche sociali e/o del lavoro; – spiccate competenze di project management e promozione dello sviluppo delle reti;
    • essere Automunito/a;
    • possesso di competenze trasversali quali autonomia, problem solving, capacità di pianificare ed organizzare, gestione di gruppi di lavoro, attitudine ad apprendere in maniera continuativa.

Se sei interessato/a inviaci la tua candidatura

    Vorrei candidarmi per

    Carica il tuo CV*

    * campi obbligatori

    Privacy Policy consenso all'utilizzo dei dati:

    Iscriviti alla newsletter

    Ti terremo aggiornato sui nostri progetti e su tutte le novità.

      * campi obbligatori

      Privacy Policy consenso all'utilizzo dei dati: